Booking Online
Arrivo:
Partenza:
Adulti:
12-17 anni:
6-12 anni:
0-6 anni:
Iscriviti alla Newsletter
Accetto D.Lgs. n. 196/03
tel:+39054100000
IT FR EN
Mostra/Nascondi foto
Il Centro Benessere Listino Trattamenti Pacchetti Benessere La Fiaba dei 3 Principi

La Fiaba dei tre principi di Serendip

Secondo un’antica favola orientale il re di Serendippo, Giaffer, aveva tre figli, cui aveva dato un’ottima istruzione. Mancava loro tuttavia la pratica. Li mandò così in viaggio, perché conoscessero la vita e il mondo. Come in tutte le favole i tre giovani si trovano ad affrontare i primi imprevisti. 

Un giorno incontrano un uomo che dice loro di aver perso il suo cammello.  I tre giovani  affermano di sapere dove è finito il quadrupede e anche di conoscere chi lo ha preso. Forniscono particolari precisi e curiosi sul cammello, come il fatto che fosse  cieco da un occhio, privo di un dente e zoppo. Passano però momenti difficili perché nessuno vuole credere alla loro teoria e vengono addirittura accusati del furto e messi in prigione. Saranno salvati solo dopo il ritrovamento del cammello da parte di un altro cammelliere. I tre giovani vedranno allora confermate le loro stravaganti ipotesi ed avranno salva la vita.

Ma come avevano potuto fare delle affermazioni così esatte?

L’erba era stata brucata solo su un lato della strada, quindi il cammello vedeva solo da un occhio, quello che dava sulla parte della strada con l'erba mangiata. Inoltre l’erba era tagliata male, il che aveva fatto pensare che gli mancasse un dente. E le impronte lasciate dall'animale sulla sabbia facevano capire che fosse zoppo.

La Serendipity descrive quel processo, assai comune anche nella vita quotidiana, che consente di giungere a scoperte inaspettate mentre si era intenti a pensare o a sperimentare in direzione diverse e con scopi non riconducibili direttamente a quanto realmente trovato.